Between Science & Society Hub

Between Science & Society Hub (BSS-Hub) è un’iniziativa promossa dall’Italian Institute for the Future per proseguire l’attività avviata con il convegno “Scienza e società verso il 2030” organizzato a Napoli il 10 e 11 ottobre 2019.

L’obiettivo è quello di contribuire allo sviluppo di nuovi modelli di dialogo tra scienza e società, al fine di governare l’accelerazione del progresso scientifico e tecnologico – uno degli aspetti più evidenti e dirompente della nostra epoca – e metterla al servizio del bene comune. Sempre di più negli ultimi anni, infatti, emergono fenomeni di resistenza agli sviluppi tecno-scientifici, che rischiano di compromettere l’obiettivo di un progresso inclusivo, creando una spaccatura insanabile tra scienza e società. I cambiamenti in corso e quelli che possiamo prevedere all’orizzonte del 2030 rendono indispensabile avviare una riflessione sulle dinamiche del rapporto scienza e società in una prospettiva in grado di coglierne le tendenze di lungo periodo al fine di elaborare nuovi modelli di convivenza per il futuro.

BSS-Hub promuoverà workshop partecipativi, convegni, iniziative editoriali e attività di ricerca, in collaborazione con altre organizzazioni nazionali e internazionali impegnate nel settore dei rapporti scienza-società, con uno sguardo prospettico per anticipare le future sfide derivanti dall’impatto sociale dei nuovi sviluppi tecnologici e scientifici, anche attraverso l’impiego dei metodi di futures studies.

Il progetto è coordinato da Mirella Orsi, giornalista scientifica impegnata da anni tra Italia e Regno Unito in progetti di comunicazione della scienza e di science policy.

Fanno parte del comitato d’indirizzo di BSS-Hub:

  • Sveva Avveduto, presidente dell’Associazione Donne e Scienza e dirigente di ricerca del CNR-IRPPS.
  • Antonio Camorrino, ricercatore di Sociologia dei processi culturali e comunicativi all’Università di Napoli Federico II.
  • Giuseppe De Natale, dirigente di ricerca dell’Osservatorio Vesuviano-INGV.
  • Roberto Di Lauro, professore emerito di Genetica medica all’Università di Napoli Federico II.
  • Michele Farisco, responsabile dell’Unità Scienza e Società di Biogem-Istituto di ricerca in biologia e genetica molecolare, membro del Centre for Research Ethics and Bioethics della Uppsala University.
  • Concetta Giancola, docente di Chimica fisica all’Università di Napoli Federico II.
  • Marcella Marconi, direttrice dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte-INAF.
  • Annalisa Plaitano, giornalista e divulgatrice scientifica, docente all’Università della Sorbona a Parigi.
  • Anna Lisa Somma, ricercatrice in comunicazione culturale e women and gender studies all’Università di Birmingham.

Vuoi collaborare a questo progetto?