Call for paper FUTURI 14 – Filosofie del futuro

futuri-filosofie

Filosofie del futuro.
Il digitale e le nuove sfide del pensiero nel XXI secolo

Call for paper – FUTURI 14

Quale genere di sfide propone il futuro? La filosofia può svolgere un’importante funzione chiarificatrice, al fine di ridurre la complessità della realtà (odierna) sociale, economica, politica e tecnologica, presentando una visione della realtà molto più profonda di come ci appare, e offrendoci al contempo i mezzi per navigarla.

Nell’ambito dell’analisi teorica e nel quadro degli studi filosofici, il numero 14 di FUTURI (dicembre 2020) si propone di fornire approfondimenti empirici e concreti alla ricerca filosofica per quanto concerne i suoi recenti sviluppi, con uno sguardo specifico alle cosiddette “filosofie del futuro”. Tali contributi mirano a ricostruire ed esplorare l’intera architettura delle ricerche e degli studi su temi di urgente rilevanza: dalle trasformazioni operate dal rapido sviluppo delle tecnologie digitali sui “mondi di vita”, sulla mente umana e nell’ambito della ridefinizione della partecipazione politica, alle filosofie sulla crisi ecologica, fino a giungere a una nuova traduzione operativa dei principi di Giustizia sociale, e infine alle battaglie “ideologiche” tese a ridefinire l’identità di genere e il suo particolare posizionamento nella società.

Una delle sfide filosofiche che più segneranno il nostro secolo nell’immediato futuro sarà anche riuscire a relazionarsi con cosmogonie di differenti universi simbolici e a descrivere intelligenze non umane senza proiettare noi stessi sugli altri esseri viventi. La filosofia dovrà sviluppare nuove teorie e confrontarsi con pratiche che permettano la convivenza con gli altri abitanti del pianeta, immedesimandosi nelle loro visioni del mondo e ricercando dibattiti originali sull’umanità e sulla complessità animale. Sarà altresì cruciale saper uscire dalle grandi tradizioni filosofiche occidentali e orientali per abbracciare e mediare prospettive mutuate dalla crescente voce delle minoranze e dai modi di esistenza dei popoli nativi.

La call for paper si divide in due sezioni:

1) La prima sezione è dedicata ad approfondire come le tecnologie stanno trasformando il futuro, e, più in generale, alle filosofie del futuro, ossia focalizzando l’attenzione sui temi e le questioni che animano il dibattito contemporaneo, in riferimento all’intero panorama filosofico.

2) La seconda sezione si concentra su proposte filosofiche innovative e originali rivolte al medio e lungo periodo, in particolare riguardo le principali sfide e temi a livello globale.

I curatori sollecitano proposte su aspetti pratici e teorici, nonché su studi sperimentali. Tra gli argomenti di interesse della call for paper segnaliamo a titolo di esempio:

Sezione 1

Filosofie future

Etica della tecnologia.

Democrazia digitale, e-democracy e nuove forme di partecipazione politica.

Filosofia dell’ecologia: riflessioni intorno al rapporto natura-cultura e suo superamento, etica ambientale ed ecologia del diritto.

Orizzonti futuri di Giustizia sociale: il futuro del lavoro, teorie sul reddito di base universale e nuovi ordinamenti sociali, immigrazione e alterità.

Filosofie della differenza, equity feminism, Gender studies, teorie del riconoscimento in prospettiva di genere.

Sezione 2

Le sfide del futuro: nuovi campi d’indagine

Intelligenza artificiale, pensiero computazionale, teorie della Complessità, potere degli algoritmi su individui e società.

Antropocene e apocalissi culturali, il ruolo della filosofia e la sua evoluzione nella catastrofe ecologica.

Filosofie del mondo: dialoghi filosofici oltre oriente e occidente, fare filosofia a livello globale nell’inclusione dei popoli nativi, delle prospettive indigene e delle minoranze.  

Filosofia delle religioni: percorsi filosofici e religiosità future tra nuove tecnologie, etiche religiose, pratiche spirituali e ontologie del sacro nel XXI secolo.  

Filosofie postumane e Posthuman Critical Theory: ontologie ibride umane/animali/vegetali, critica e definizione dell’umanità e dell’alterità, paesaggi complessi di relazioni coabitative interspecie, cosmologie e cosmogonie non umane.

Transumanesimo: i limiti e l’estensione della relazione uomo-macchina, analisi dell’impatto dell’accrescimento tecnologico sulle forme biologiche della vita umana e non umana.

Geofilosofie ed estetica ecologica, ambienti virtuali e interazioni videoludiche, filosofie dello spazio, del tempo e dell’esplorazione spaziale.

Arte, cinema e tecnologia digitale: teorie e modelli degli audiovisivi digitali, nuovi formati comunicativi caratterizzanti gli scenari delle moderne reti di comunicazione.

Guest Editor: questo numero è curato da Alessandro Mazzi (Italian Institute for the Future) e Luigi Somma (Complexity Education Project – Università degli Studi di Perugia).

Istruzioni per l’invio dei contributi

Un abstract della lunghezza di 500-750 parole dovrà essere inviato agli editor per la prima revisione e approvazione (gli abstract devono essere concisi e con un’appropriata bibliografia di riferimento).

Gli articoli devono avere una lunghezza compresa tra le 30.000 e le 40.000 battute (inclusi spazi e bibliografia).

La bibliografia, citata con il sistema americano autore-data all’interno del testo, sarà redatta seguendo gli esempi di seguito:

  • Arnaldi S., Poli R. (a cura di), La previsione sociale – Introduzione allo studio dei futuri, Carocci, Roma, 2012.
  • Beckert J., Imagined futures: Fictional expectations in the economy, «Theory and Society», vol. 42 n. 3, 2013.
  • Fucile G., E rimarrà solo un apriscatole. Cultura del consumo e apocalissi letterarie, in Paura R., Verso F. (a cura di), Antropocene. L’umanità come forza geologica, Future Fiction, Roma, 2018.

All’interno del testo, le citazioni saranno effettuate utilizzando le virgolette a sergente («»).

Gli autori sono invitati a inviare i loro contributi per e-mail all’indirizzo segreteria@futureinstitute.it

Tutti i contributi saranno sottoposti a referaggio double-blind sulla base dei criteri di qualità metodologica, rilevanza del tema, originalità, significatività e chiarezza. I nomi e le affiliazioni degli autori non devono apparire nei contributi inviati.

Per maggiori informazioni è possibile contattare i guest editor: alexandrosmaxim@gmail.com, sommal@ymail.com

Scadenze

1) Invio abstract entro il 30 aprile 2020.

2) La decisione sugli articoli sarà resa nota entro il 20 maggio 2020.

3) I contributi da sottoporre a referaggio vanno inviati entro il 2 settembre 2020 secondo quanto indicato nella sezione “Istruzioni per l’invio dei contributi”.

4) La comunicazione degli editor riguardo il processo di referaggio sarà notificata agli autori entro il 7 ottobre 2020.

5) Le versioni revisionate dei contributi andranno inviate agli editor entro il 7 novembre 2020.

6) Pubblicazione: dicembre 2020.

No comments yet.

Lascia un commento