feed

Teatro in movimento. Appunti per una digitalizzazione della messa in scena 150 150 Maria Benedetta Curi

Teatro in movimento. Appunti per una digitalizzazione della messa in scena

Allestire un’opera o una performance teatrale oggi non può non tenere presente le potenzialità della Digital performance al fine di ampliare le dimensioni esperienziali. Non solo la navigazione, ma l’immersione totale in un universo virtuale, al di là,… maggiori informazioni
La ragione attraverso lo specchio. L’inconscio nella condizione postumana 1024 768 Marcello Mastrocola

La ragione attraverso lo specchio. L’inconscio nella condizione postumana

In un futuro definito post-umano, l’uomo potrebbe non avere più bisogno dell’arte, se considerata come una funzione biologica nata con le prime società per aumentare le capacità di sopravvivenza. Se tuttavia si accetta che il pensiero razionale è solo … maggiori informazioni
Il futuro del futuro. Ricerca artistica e ricerca scientifica: coniugare il mondo oltre la logica duale 1024 683 Giuseppe Gaeta

Il futuro del futuro. Ricerca artistica e ricerca scientifica: coniugare il mondo oltre la logica duale

Il dibattito teorico-metodologico sulla definizione dell’arte è divampato per secoli, spostando la propria attenzione dall’oggetto al processo, dal prodotto all’idea, dalla storia alla filosofia, attraverso una serie infinita di varianti e di distinguo… maggiori informazioni
«È tempo di tornare alla sorgente». Il nuovo realismo tecnomagico 1024 713 Vincenzo Susca

«È tempo di tornare alla sorgente». Il nuovo realismo tecnomagico

La dematerializzazione del mondo operata dai media – dalla fotografia alla realtà virtuale passando – non solo compie «l’indebolimento della realtà che caratterizza la società della modernità tardiva» (Vattimo), ma induce altresì una confusione fondant… maggiori informazioni
Scene dalla nuova economia della creatività 1024 576 enrico viceconte

Scene dalla nuova economia della creatività

Le nuove organizzazioni decentralizzate, basate sulle tecnologie Web3 e l’emergere di piattaforme governate dai creatori, come nel caso delle DAO, permettono di progettare nuovi mondi in cui la creatività collettiva ha spazio e può dare i suoi frutti. … maggiori informazioni
L’ospite desiderato. Parassitismo e spinta alla fusione non antropocentrica 1024 683 Jacopo Bonat

L’ospite desiderato. Parassitismo e spinta alla fusione non antropocentrica

Il parassita, che sia un’entità terrestre o aliena in cerca di un corpo umano “ospite”, fin dalle sue origini ha solleticato le fantasie più oscure e morbose, mettendo in discussione la proprietà inviolabile del corpo umano. Ma se una maggiore consapev… maggiori informazioni
Per un Nuovo Abitare. Una riflessione “sensibile” del dato e una prospettiva estetica sul corpo-dispositivo 1024 586 Giorgio Cipolletta

Per un Nuovo Abitare. Una riflessione “sensibile” del dato e una prospettiva estetica sul corpo-dispositivo

Richard Shusterman, noto per la sua teoria “somaestetica”, propone una nuova integrazione tra la dimensione spirituale e quella corporea, riportando alla luce le idee di Dewey secondo cui l’oggetto dell’estetica non è solo il godimento intellettuale de… maggiori informazioni
Quando la politica diventa futuristica 1024 813 Daniele Battista

Quando la politica diventa futuristica

La vasta gamma di strumenti offerti dalla comunicazione politica digitale, tra cui i videogiochi, rappresenta un’opportunità senza precedenti per la politica. La sfida per i politici è quella di trovare il giusto equilibrio tra l’utilizzo di strumenti … maggiori informazioni
Design inferno. Distopia e alterità di spazi sociali, artefatti e pratiche future 1024 498 Ivo Caruso

Design inferno. Distopia e alterità di spazi sociali, artefatti e pratiche future

Le discipline del Design, la letteratura, il cinema, il fumetto e molti altri artefatti culturali possono essere considerati punti di vista privilegiati per analizzare il nostro mondo e le pulsioni utopiche e distopiche che lo guidano, per sostenere la… maggiori informazioni
“E guerra sia!” Scenari bellici dalla Butte du Lion agli algoritmi di combattimento 1024 576 Gabriele Di Francesco

“E guerra sia!” Scenari bellici dalla Butte du Lion agli algoritmi di combattimento

Da Napoleone e von Clausewitz alle strategie legate all’uso di algoritmi bellici e ologrammi digitali tattici, la guerra sta cambiando ma al tempo stesso conserva alcune variabili tipiche. La loro analisi permette di immaginare possibili scenari legat… maggiori informazioni