Torna Exosphere, nuova Academy in Brasile sulle tecnologie esponenziali

exosphere

La Exosphere Academy, l’innovativo percorso di formazione per lo sviluppo di idee imprenditoriali con tecnologie esponenziali, torna a Florianopolis, in Brasile, dal 3 luglio all’11 agosto. L’Italian Institute for the Future, che con Exosphere ha un accordo di collaborazione anche in vista della futura realizzazione di un’Academy in Italia, ha dato il suo contributo all’ultima edizione (gennaio-marzo) con due dirette streaming dal Center for Near Space con uno dei progetti dell’Academy, la simulazione di una missione umana su Marte.

Antonio Manno, co-fondatore di Exosphere, pioniere della new economy italiana poi trasferitosi in Cile, ci racconta la filosofia dietro il progetto: “Exosphere nasce in Cile, nel 2012, come una vera e propria reazione a quella che i fondatori considerano una crisi profonda, non solo economica, ma soprattutto di istituzioni come l’educazione e la politica nella sua accezione più ampia e nobile, e i suoi riflessi nel mondo imprenditoriale e della ricerca scientifica. Exosphere nasce per dare una risposta e una direzione a chi, come noi, sente la frustrazione e la violenza di tale crisi. La nostra filosofia è nello stesso tempo unica e di buon senso, forse per questo oggi anche rivoluzionaria: risolvere i grandi problemi del mondo dal basso, dall’iniziativa personale,  imprenditoriale, puntando sia sull’apprendimento continuo, sulla ricerca e comprensione delle tecnologie emergenti ed esponenziali, sia su un’approfondita analisi di cosa significa realmente essere un imprenditore e dell’importanza della comprensione della natura umana, delle dinamiche relazionali, aspetti fondamentali per chi vuole fare impresa per davvero, e che oggi , ahimè, sono quasi del tutto sottovalutati.”

Due le iniziative di Exosphere: la Academy, un percorso di formazione di arte e scienza, “un’accademia, ispirata alla bottega rinascimentale, dove si svolgono, in contemporanea, diversi laboratori intensivi, ognuno dei quali dedicato a una specifica tecnologia emergente, condotto da un mentore di fama internazionale”; e il nuovo progetto ExoLab, fondo d’investimento per le tecnologie esponenziali di diritto cileno, attualmente nella fase iniziale di raccolta fondi. All’Exosphere Academy, spiega Manno, “ogni studente per la metà del tempo partecipa al laboratorio relativo alla tecnologia prescelta, avendo comunque la facoltà di partecipare, saltuariamente, anche agli altri laboratori; per l’altra metà del tempo partecipa a tutta una serie di attività relative all’aspetto umanistico, dell’essere e divenire un vero imprenditore, come psicologia, confidenza in se stessi, accounting, presentazione in pubblico e soprattutto favorendo lo scambio delle proprie esperienze di vita”.

Nessun requisito formale per per partecipare a Exosphere se non la conoscenza della lingua inglese e una grande determinazione e passione nell’apprendere e voler dedicarsi alla risoluzione di problemi importanti. Una volta iscritti all’Accademia tramite il sito Internet, ci si confronta direttamente con un membro del team in un colloquio franco e aperto in modo da capire se si è in linea con la filosofia e la visione di Exosphere.

“Nelle nove edizioni precedenti abbiamo avuto più di duecentocinquanta studenti provenienti da circa sessanta Paesi di tutti i continenti, di ogni estrazione sociale e competenza e con un range di età tra i diciotto e i sessant’anni”, rivela Manno. “Questa diversità crea un ambiente e una dinamica di scambio di esperienze e culture che rappresenta probabilmente la grande unicità di Exosphere. L’obiettivo è di creare la figura di un imprenditore completo, olistico, che sia in grado di risolvere i grandi problemi del mondo, nel mercato, con l’uso sapiente delle tecnologie emergenti ed esponenziali”.

La prossima Academy, dal 3 luglio all’11 luglio nella bellissima isola di Florianopolis, in Brasile, consisterà di quattro laboratori dedicati all’Intelligenza artificiale, alla Blockchain, al Biohacking e alla Lean Startup Methodology. “Li abbiamo scelti perché, oltre alle specificità di ognuno di essi su cui si potrebbe parlare per ore, rappresentano una vera e propria rivoluzione, non solo tecnologica, ma che già sta cambiando i paradigmi della società e che influenzerà la vita di ognuno di noi, proprio come lo fu Internet: essendo stato uno dei pionieri dell’Internet in Italia, ne vedo chiaramente le similarità”.

Lo slogan di Exosphere è disturbare l’universo (Disturbing the Universe è anche il titolo del libro autobiografico del grande fisico e matematico Freeman Dyson). Per Manno, è l’essenza dello spirito del progetto: “A Exosphere diciamo che s’impara a imparare, a risvegliare lo spirito critico, a comprendere meglio se stessi e di conseguenza gli altri. Dico sempre che chi vuole e ne ha la volontà non ha che l’imbarazzo della scelta per creare una vera startup che risolva un vero problema per il mercato e sul mercato. A Exosphere abbiamo creato il luogo dove poter fare questo. Lasciami fare un esempio: nell’ultima Academy svolta lo scorso gennaio e febbraio qui in Brasile, due ragazzi italiani, Felice Rocchitelli, di Trani, neolaureato in economia e Jacopo Pace, di Roma, un coder stanco della solita solfa, si sono incontrati nel laboratorio dedicato alla blockchain e in meno di otto settimane hanno creato una startup, Certifibit, che sta aggredendo il mercato della certificazione dei prodotti e dei documenti. Nessuno di loro, prima di venire all’Academy, aveva idea di come creare una startup sulla blockchain!”.

Dopo tre anni in Cile, Exosphere ha aperto la sua Academy quest’anno in Brasile: “Abbiamo scelto Florianopolis, la capitale dello Stato di Santa Caterina, perché è la parte più avanzata e tecnologica del Brasile oltre a possedere uno scenario naturale stupendo, insomma l’ideale per la nostra prossima Academy”, spiega Manno. Lo sbocco naturale in Europa potrebbe essere l’Italia, anche se per i prossimi due anni almeno Exosphere si concentrerà su Brasile, Cile e Sud America in generale, “ma tenendo presente che il nostro impatto è nel mondo piuttosto che in un continente oppure in un Paese”.

Per maggiori informazioni e per candidarsi alla Exosphere Academy: exosphe.re

No comments yet.

Lascia un commento